L'umano sostitutivo

Tempo di vacanze.... e i nostri amati gatti?

Il gatto è un animale territoriale al quale piace poco allontanarsi dal luogo di residenza,  ci sono tuttavia umani che abituano il micio a seguirli ovunque e con le dovute precauzioni, alcuni gatti non ne soffrono anzi sembrano apprezzare gli spostamenti con i loro umani. Se però questo non è il nostro caso e dobbiamo separarci per un breve periodo dai nostri amatissimi pelosi, le soluzioni possono essere diverse: affidare i gatti a qualche struttura specializzata  oppure farli ospitare a casa di un conoscente. La situazione  meno traumatica per la maggior parte dei piccoli felini è però affidarlo a un cat-sitter. In poche parole lasciamo il micio a casa e cerchiamo una persona che se ne prenda cura nel suo ambiente.

gatto norvegese Quad allo specchio

Come scegliere l'umano

Sulla fiducia avviene subito la prima scrematura: l'umano sostitutivo deve essere una persona alla quale affideremo le chiavi di casa nostra per cui deve necessariamente essere un umano con certe caratteristiche.  Non sempre però l'umano che gode della nostra massima fiducia possiede i giusti requisiti per essere un buon umano sostitutivo.
L'umano che convive con gatti è sicuramente più abituato a rapportarsi con loro, in tutti i modi l'umano che riteniamo sia degno di poter rivestire questo ruolo rientra probabilmente in queste categorie:
esecutore - l'amico non gattaro: pur non capendo i motivi, semplicemente per amicizia (o perchè glielo abbiamo fatto giurare e teme infauste ripercussioni del destino se non onorerà il giuramento) eseguirà ogni cosa alla lettera, anche se sembra assurda, la eseguirà.
pensante - l'amico gattaro come noi: basta metterlo al corrente delle abitudini/preferenze dei nostri felini e lui saprà esattamente cosa fare in ogni situazione.
non empatico - pur essendo nostro amico e/o parente, sappiamo già che malgrado le rassicurazioni difficilmente seguirà le nostre istruzioni ritenendole inutili esagerate ecc. Si rapporterà con il gatto come farebbe con una pianta da appartamento, non farà mancare il minimo indispensabile, ma nulla di più.
professionista - affidarsi sempre e solamente ad agenzie serie o comunque a persone con buone referenze

In tutti i modi chi si prende cura del nostro micio deve farlo volentieri. Le motivazioni possono essere svariate, amicizia nei nostri confronti, parentela, amore verso i gatti, retribuzione economica.... L'importante è che al nostro micio non manchi nulla in nostra assenza.

Organizzarsi per tempo

Vorremmo che i nostri felini fossero perfettamente tutelati e che subissero il meno possibile l'inevitabile trauma dell'assenza del'umano di riferimento per cui cerchiamo di pensare per tempo a tutto ciò che occorre fare, quindi contattare  l'umano sostitutivo per verificare la disponibilità e metterlo già al corrente a grandi linee sui compiti che avrà nei riguardi del felino. Dovrà quotidianamente occuparsi di cibo, acqua, coccole, gioco e pulizia della cassettina. Stabilire secondo le abitudini dei gatti e la disponibilità dell'umano sostitutivo quante visite devono essere fatte e che durata minima devono avere. Se stiamo via per più di 4/5 gg la presenza giornaliera dell'umano sostitutivo non dovrebbe essere inferiore alla mezz'ora. Teniamo presente che il gioco e la coccola sono indispensabili come il cibo e l'acqua. Chiediamo all'umano sostitutivo di aggiornarci quotidianamente possibilmente con foto e video. In alcuni casi si può chiedere all'umano di fermarsi a dormire in casa con il gatto, alcuni professionisti lo offrono come servizio e potrebbe essere utile per gatti che soffrono particolarmente la solitudine oppure se l'assenza da casa supera i 10/15 gg.In caso il gatto assuma farmaci assicurarsi che la cura possa essere assunta in nostra assenza, se l'umano sostitutivo non fosse in grado, chiedere al veterinario come fare.

Prima della partenza

Anche se può sembrare eccessivo, preparare una lista scritta delle cose da fare è utile anche noi per evitare di dimenticare informazioni per l'umano sostitutivo: orari dei pasti , quantità del cibo per ogni gatto, come gestire le finestre in maniera che i mici non soffrano caldo o freddo, info basilari sul funzionamento di riscaldamento o aria condizionata, numero del veterinario giochi preferiti e ogni cosa che riteniamo utile.

Non dimentichiamo che il gatto ama avere dei riti quotidiani, lo rassicurano, per cui se c'è qualcosa che amiamo fare quotidianamente con il nostro micio mettiamo al corrente l'umano sostitutivo.

Ricapitolando....

-lista info scritta con recapito e info di dove poterci contattare in alternativa al cellulare

-cibo, occorrente per pulizia lettiera, giochi del micio ecc.  in posizione accessibile e comoda per l'umano sostitutivo.

-asciugamano ospite guanti usa e getta sacchettini rotoloni di carta e detergente, in caso servisse.

-in caso l'umano si fermi a dormire, tutto il necessario.

-se possiamo posizioniamo una o più telecamere in maniera da poter essere rassicurati da immagini del nostro amato felino. Ci sono soluzioni con prezzi contenuti.

-chiediamo all'umano sostitutivo di inviarci quotidianamente foto video del micio.

Buon viaggio

Non è quindi necessario dovere rinunciare alle vacanze,  basta solo trovare l'umano sostitutivo adatto alle esigenze nostre e del nostro gatto. Spesso l'ansia è più la nostra, il gatto quando rimane nel proprio ambiente, aiutato a non stravolgere troppo le proprie rassicuranti abitudini, si adatta velocemente. Per cui godiamoci la vacanza, il felino starà benissimo e sarà pronto ad accoglierci al nostro ritorno con tante fusa e tante coccole.

Ricordiamoci di portare un regalo speciale al micio e all'umano sostitutivo!