Avvelenamento da esca per topi e lumache

 

Avvelenamento del gatto

Carissimi umani, oggi vi forniremo importantissime informazioni  che potrebbero salvare la vita ai nostri amatissimi felini: parliamo di avvelenamento.
Già ...perché purtroppo in giro (non solo in campagna ma anche negli orti cittadini) vengono usate esche per l'eliminazione di topi e lumache senza l'impiego degli appositi dispositivi di protezione che tutelerebbero gli animali da compagnia. Quelle esche sono così profumate, golose, appetibili ... i nostri felini possono facilmente essere tratti in inganno da questi profumi mortali.
E' quindi necessario per noi umani capire immediatamente se il nostro animaletto ne ha accidentalmente ingerito una!!
facciamo un distinguo importante perché le procedure da attuare sono differenti.

gatto norvegese Quad mangia erba

Procedura in caso di ingestione di esca per topi

Di solito si tratta di bustine di colore rosa, che provocano emorragie interne negli animali a sangue caldo che le mangiano.
Come ci si accorge: l'animale fa fatica a respirare,  è  inquieto e cerca di uscire a tutti i costi fuori di casa perché ha bisogno di aria. 
cosa fare : 1 – controllare subito le mucose della bocca e dell'interno occhi , che saranno chiarissime quasi bianche (magari controllate il micio adesso per vedere di che colore ha le mucose in condizioni di salute!!) 2-  fare al più presto una puntura di konakion (vitamina K) facilmente reperibile in tutte le farmacie senza ricetta. è consigliato tenerne una scatola sempre in casa . 3- correre immediatamente dal veterinario.
Nel caso di avvelenamento da esca rodenticida è inutile provocare il vomito perché  Quando inizia a fare effetto significa che è già stata digerita da tempo, a volte  Anche da giorni.

Procedura in caso di ingestione di esca per lumache

Purtroppo sottovalutate,  sono esche composte da piccoli Granelli di colore blu e spesso posizionate negli orti nei pressi delle insalate. Andrebbero coperte con almeno un po' di terra ma quasi nessuno lo fa. Sono pericolosissime perché agiscono sul sistema nervoso centrale mandandolo in tilt.
Come ci si accorge: l'animale fa strani scatti convulsi. Sono gesti involontari e incontrollati di corpo testa e zampe del tutto simili a tic nervosi: per esempio salti a scatto intermittenti e impossibilità a camminare in modo fluido.
cosa fare: occorre agire con tempestività, questo veleno produce effetti immediati 1- provocare subito il vomito per far espellere la parte di veleno che non è stata ancora digerita. Il vomito si procura facendo ingerire, con l'aiuto di una grossa siringa senza ago, acqua tiepida salata. Occorre continuare a far ingerire acqua salata finché l'animaletto non vomita. 2- correre immediatamente dal veterinario.
Queste operazioni di pronto soccorso se applicate tempestivamente, possono fare la differenza e salvare almeno una delle 9 vite del nostro gatto! Per cui memorizziamo bene non si sa mai... Consiglio di avere sempre in rubrica il numero di un veterinario reperibile h24, in caso di emergenza occorre non perdere nemmeno un secondo!